Per offrirti una migliore esperienza possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Urban smellscapes

Forse non tutti sanno che l'olfatto è il senso più potente che utilizziamo per muoverci nella realtà urbana. Osserviamo la città, la ascoltiamo ma, senza accorgercene, la sentiamo anche in modo persistente e legata alla memoria. Come influisce l'olfatto sulle nostre decisioni urbane? Questa è la domanda di partenza dell'urban designer Victoria Henshaw nel suo libro Urban Smellscapes (Routledge 2014) che mappa luoghi e intere metropoli attraverso gli odori.

06 Ago 2015 0 comment  
  • dimensione font

 

La cornice olfattiva delle città si combina sempre con le altre informazioni sensoriali per creare la percezione della vita urbana nelle differenti regioni o quartieri. Nello sviluppo architettonico ancora non si considera quanto gli odori possano essere utili a costruire una percezione abitativa positiva, che contrasti quella assolutamente negativa delle metropoli che stanno aumentando vorticosamente i loro abitanti negli ultimi anni come Mumbai in India, Shangai in Cina o Lagos in Nigeria.
Il termine "smellscapes" è stato coniato nel 1990 da Douglas Porteous per descrivere un ambiente che può essere ricordato visivamente, come un quadro o una foto. Per lo studioso comprendeva la totalità degli odori, sia quelli occasionali, che quelli involontari, che quelli permanenti in una città. L'uomo deve avere la consapevolezza di non poter mai analizzare e dividere tutti gli odori uno per uno, ma che questi ultimi nell'insieme creano un ricordo cosciente della città.
Il volume indaga sugli strumenti che architetti, urbanisti e professionisti dello sviluppo urbano possono potenziare per dare un valore aggiunto al ruolo degli odori in città. Questi strumenti devono fare i conti con l'inquinamento dell'ambiente e dell'aria, con i cibi consumati dalla popolazione, con gli sprechi, con buoni e cattivi odori ma possono rivoluzionare il modo di costruire le città. Un esempio è la ricerca "Urban Smell Dictionary" portata avanti da Daniele Quercia, Rossano Schifanella, Luca Maria Aiello, Kate McLean, partita con l'idea di mappare sette città tra Europa e America attraverso gli odori annotati da passanti, turisti e cittadini. La ricerca è riuscita a creare la mappa degli aromi di Londra e Barcellona ed è un esempio della potenzialità positiva dell'olfatto nelle aree urbane.
Urban smellscapes è dunque un invito sia ai cittadini che agli urbanisti: ai primi a passeggiare in modo più attento tra le strade delle città, con il naso all'insù si possono davvero scoprire elementi inediti anche delle più famose metropoli; ai secondi un invito a sperimentare come profumo di cibi tipici e di flora territoriale possa sovrastare il maleodorante fumo emesso dagli scarichi delle macchine per uno sviluppo sostenibile anche per l'olfatto più raffinato.

 

Veronica Di Benedetto Montaccini

@veronicadbm

spacer

Newsletter

Vuoi essere sempre aggiornato sulle rubriche Cittalia? Iscriviti alla nostra mailing list e riceverai la raccolta dei temi principali del nostro portale con cadenza quindicinale

Contatti

Via delle Quattro Fontane, 116 - Roma
T: 06.76980811
F: 06.87755008

Dove siamo